|  
Recupera la tua password
Se hai smarrito la password per accedere al tuo profilo inserisci la mail con cui ti sei iscritto così da riceverla nella tua casella di posta.
 La sua richiesta è stata inoltrata con successo.
  La password è stata inviata all’indirizzo digitato.

  Buona navigazione su abitare.com

Ricorda che puoi modificare i dati in ogni momento dal tuo pannello di controllo

Numero Verde
800 775 790
Prezzi convenienti
su centinaia di prodotti
Il Mio Carrello € 0,00

News

Perchè’ installare un nuovo condizionatore

31/05/2019

Sta arrivando l’estate ed è venuto il momento di installare il condizionatore che ci permetterà di avere, in casa come in ufficio, il clima ideale anche quando la temperatura e l’umidità toccheranno i picchi annunciati.
Quali sono le caratteristiche importanti da sapere quando vogliamo acquistarlo?
Anche se può sembrare banale, l’unica caratteristica che accomuna tutti i climatizzatori (chiaramente consideriamo solo quelli di tipo fisso) sono che generano fresco e caldo a seconda della modalità di funzionamento; per il resto ci sono molte altre particolarità da conoscere e che contraddistinguono le diverse tipologie.
Ma non tutti i climatizzatori consumano energia allo stesso modo
Le disposizioni europee in materia di classificazione energetica, dal 2013 ad oggi, sono sempre più restrittive, fino a spingere la ricerca dei produttori alla classe A+++, ovvero avere ottimi rendimenti con bassissimi consumi stagionali, sia in caldo sia in freddo. Le prestazioni migliori si ottengono con macchine che utilizzano gas refrigerante R32.
Importante è anche la silenziosità dei dispositivi
Sempre sulle etichette del prodotto, accanto alla classe energetica sono definiti anche i dati di rumorosità, sia per le unità interne che per le esterne. Oggi un’unità interna con buone prestazioni si attesta alla minima velocità con un valore di pressione sonora addirittura intorno ai 19 dB(A) sui modelli più prestazionali.
Monosplit o multisplit?
La prima osservazione che va fatta e la seguente: quanto climatizzare? Spesso infatti si comincia con l’idea di climatizzare una camera, giusto per il comfort notturno, poi si pensa alla seconda e, infine entra in gioco la zona giorno. Questo procedimento talvolta ha spinto l’installazione di macchine più potenti nelle zone di raccordo (disimpegni, corridoi) per ridurre il numero di elementi installati. Teoria assolutamente da sconsigliare: oggi scegliere dei terminali multisplit è la soluzione più indicata, in quanto consente di avere più fonti e contestualmente abbattere i consumi. Infatti, mediamente, i nuovi prodotti immessi sul mercato hanno un rapporto di 1 a 4 tra energia elettrica assorbita ed energia termica (caldo o freddo) restituita, eliminando definitivamente lo spauracchio dei consumi per l’utente.
Contattaci per scoprirli al numero verde 800775790 o per mail assistenza@abitare.com
Ultime news inserite
19/06/2019
Il bonus climatizzatori 2019 è un’agevolazione che spetta ai cittadini quando procedono con l’acquisto di un condizionatore d’aria in pompa di calore: os[...]
31/05/2019
La caldaia murale è il generatore di calore attualmente più usato nelle abitazioni private per il riscaldamento autonomo e possono[...]
CATEGORIE PRODOTTI
Tutti i prodotti in RISCALDAMENTO
SUPPORTO & ASSISTENZA
Chiama il numero gratuito:
Oppure uno dei seguenti recapiti:
  assistenza@abitare.com
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Do il mio consenso:
Devi accettare il trattamento sulla privacy per inviare la richiesta